21 agosto 2018 Comments (0) Alimentazione, Ricette

Barrette energetiche, con un po’ di sale

The Walking Robin è da qualche parte in Groenlandia e, mentre faccio il conto alla rovescia perché torni e ci racconti avventure e sensazioni, vi lascio una ricetta per un tipo di barrette che avete visto nella sua pagina Facebook: sono quelle con la cioccolata, nella foto qui sotto.
Visto che vivo da qualche mese nella terra di Albione, la ricetta sarà fornita in tazze e cucchiai.
INGREDIENTI
Le dosi sono per 5-6 barrette, poi se ne volete di più moltiplicate le dosi!
La ricetta ha un bel po’ di arachidi perché trovo che ci stiano particolarmente bene con sale e cioccolato, ma nulla impedisce di usare noci o noci pecan o altra frutta secca a guscio.
2 tazze di mandorle (o noci o nocciole)
1 tazza di arachidi
1 tazza di cereali croccanti (riso soffiato al miele? riso soffiato al cioccolato? anellini al miele? anche qui la libertà di scelta è massima)
1/2 cucchiaino di sale
1/2 tazza di sciroppo d’acero (o di miele)
Per il rivestimento di cioccolato: un paio di stecche di cioccolato fondente
Sale fino per il tocco finale
PROCEDURA
Le barrette
Preriscaldiamo il forno a 180°C.
A seconda dei gusti la frutta secca può essere utilizzata intera o tritata più o meno grossolanamente, l’importante è non ridurla in polvere. Mettiamo mandorle, arachidi, cereali e sale in una grande ciotola, mescoliamo bene il tutto e aggiungiamo lo sciroppo d’acero. Ne verrà fuori una specie di “pastone” poco invitante, ma andiamo avanti sulla fiducia e mescoliamo ancora benissimo. Se non si mescola aggiungiamo uno-due cucchiai d’acqua o un altro paio di cucchiai di sciroppo d’acero.
Versiamo questo composto su una teglia rivestita di carta da forno. Levighiamo, schiacciamo bene (con le mani o aiutandoci con un bicchiere) e appiattiamo tutto in uno strato compatto e uniforme.
Cuociamo per circa 40 minuti a 180°C: la superficie dovrà essere dorata
Le barrette devono essere ben cotte, altrimenti si sgretolano: si mangiano lo stesso, ma il formato è un po’ meno comodo.
Personalmente provo a tagliare le barrette da tiepide (non calde): se vedo che si sgretolano non finisco di tagliarle e rimetto tutto in forno altri 5 minuti. Se si tagliano bene, dopo averle tagliate tutte, dò comunque una ripassata in forno (2-3 minuti, o anche 5 a seconda) per asciugarle bene.
Una volta tagliate, lasciamole raffreddare per bene.
La copertura
Sciogliamo il cioccolato fondente a bagnomaria (o al microonde – attenzione a non farlo bruciare) e immergiamo un lato delle barrette. Mettiamole ad asciugare a pancia all’aria (in modo che il cioccolato stia sopra) e aggiungiamo un pizzico di sale su ogni barretta sopra il cioccolato.
Mettiamo tutto in frigo per 24 ore far solidificare bene la cioccolata.
Dopo 24 ore possiamo togliere le barrette dal frigo e conservarle a temperatura ambiente per qualche settimana chiuse in un barattolo o in una scatola per alimenti. Altrimenti le possiamo confezionare (mai in alluminio) e mettere  nello ziano, pronti a seguire le orme (e i pasti) di The Walking Robin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *