11 febbraio 2017 Comments (0) Novità

3° Tappa – Skye Trail – SCOZIA (UK)

  • Portree
  • Portree
  • Airone cenerino nella baia di Portree
  • Beccaccia di Mare nella baia di Portree
  • Cornacchie grigie nella baia di Portree
  • Cornacchia grigia nella baia di Portree
  • Taccola nella baia di Portree
  • Gabbiano zafferano e gabbiani reali
  • Smergo nella baia di Portree

Fai clic sulla mappa per visualizzare il percorso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Legenda Mappa

Da The Storr a Portree

Traccia GPS: download

Dal parcheggio ai piedi del The Old Man of Storr si prosegue lungo la strada A855 in direzione sud fino ad incontrare una stradina bianca sulla sinistra. Si prosegue lungo questa stradina lasciandosi sulla sinistra una casa solitaria e si attraversa la diga del The Storr Loch. Si abbandona la strada per un sentiero sulla destra. Dopo poco, quando il sentiero scende a sinistra, si prende una debole traccia sulla destra che sale verso la prospiciente collina. Si prosegue quindi verso sud, cercando di mantenersi sulle alture per evitare le zone più acquitrinose. Dopo un paio di chilometri si giunge nei pressi di un salto di roccia che viene superato lungo un pendio erboso, raggiungendo così il margine della scarpata che da sul mare. Qui il terreno diviene più facilmente percorribile e si prosegue lungo la scarpata fino a congiungersi alla scogliera nel suo punto più alto.

Si discende quindi verso i pascoli sottostanti mantenendosi sulla destra, fino ad incontrare una recinzione che si può superare grazie ad una scaletta individuabile nei pressi.

Superati i pascoli si incontra un muretto che va seguito mantenendosi alla sua sinistra fino a raggiungere un cancello in legno. Oltre il cancello un chiaro sentiero segue la scogliera fino a raggiungere Portree. (NB: la parte in corsivo è tratta dal sito Walkhighlands)

Lunghezza totale: 14 km

Dislivello totale: 509 m

Segnaletica: Pressoché assente

Traccia: Da chiara a debole ad assente

Se si esclude il sentiero finale che segue la scogliera fino a Portree, il resto dell’itinerario si svolge seguendo tracce deboli e facilmente confondibili.

Difficoltà terreno: ++/+++++

La brughiera oltra la diga può diventare un vero acquitrino in seguito a piogge abbondanti, rendendo assai difficile l’attraversamento. Il terreno migliora guadagnando quota lungo la scarpata che da sul mare, ma rimane comunque piuttosto fangoso.

Wilderness factor: +/+++

La maggior parte dell’itinerario si svolge su lande costiere desolate, restituendo una decisa sensazione di trovarsi nella natura selvaggia. La presenza di un tratto su strada asfaltata, della diga e la cittadina di Portree come punto d’arrivo intaccano in parte il fascino wilderness di questa tappa, sebbene mantengano un aspetto piuttosto pittoresco.

Interesse paesaggistico: ++++

Notevoli panorami e scorci che spaziano da The Storr, ai Cuilins, alle isole di Ronaigh e Raasay e ai rilievi della terraferma scozzese.

Interesse naturalistico: ++

La relativa distanza dal mare rende difficile scorgere i mammiferi marini, ma durante la stagione di riproduzione è facile osservare numerosi uccelli acquatici.

Interesse storico/culturale: +

L’abitato di Portree.

Vie di fuga: No

Rifornimento acqua: Oltre la diga si incrocia un torrente. Oltre a questo non vi sono altri punti in cui potersi comodamente rifornire lungo il sentiero. Per trovare altri corsi d’acqua è necessario allontanarsi dal tracciato verso l’interno.

Rifornimento cibo: A Portree è possibile rifornirsi di generi alimentari.

Guadi: No.

Alloggi: Portree possiede diverse possibilità di alloggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *