30 ottobre 2018 Comments (5) Equipaggiamento, Novità, Recensioni, Recensioni Ripari

Tenda 3F UL Gear Ultralight 1-Person Tent

(Recensione preliminare – La tenda non è ancora stata usata durante un thru-hike o un trekking di almeno 7 giorni. Il giudizio finale verrà pertanto rilasciato a test ultimato)

 

La tenda Ultralight 1-Person Tent di 3F UL Gear è un’opzione ultraleggera ed economica per il thru-hiker solitario che merita un’analisi accurata.

 

La tenda 3F UL Gear Ultralight è una vera tarp-tent monoposto. Si indica con il termine tarp-tent una tenda monotelo che utilizza i bastoncini da trekking come paleria e che delimita la camera interna con una zanzariera direttamente collegata al telo esterno.
3F UL Gear “copia” la tenda Wisp Super-Bivy UL Tent di Big Sky International, apportando alcune piccole modifiche (anche in termini di materiale) che la rendono un po’ più pesante ma più spaziosa e, almeno dalle specifiche, più performante.

Ma andiamo con ordine. Innanzitutto il peso, vero motivo che può spingere (assieme al prezzo) ad acquistare questa tenda: 740 grammi comprensivi di picchetti e cordini (assieme alla tenda arriva un footprint opzionale di circa 130 grammi).

Gli indici d’impermeabilità sono eccellenti: 5000 mm di colonna d’acqua per il telo esterno e 6000 mm per il catino. Tutte le cuciture sono sigillate.

I dettagli risultano curati come già riscontrato sulla Lanshan 2, avvalorando l’impressione che la 3F UL Gear sia un passo avanti rispetto ad altre aziende cinesi sui parametri di qualità.

Il set-up è semplice e intuitivo: un bastoncino da trekking e un paletto ultraleggero (in dotazione) danno sostegno alla struttura che però non è autoportante, richiedendo l’utilizzo di 8 picchetti (più uno opzionale in caso di forte vento). Il bastoncino da trekking funge da asse portante di una struttura pseudo-piramidale in cui più di metà del volume è occupato dall’area abitabile (delimitata da una zanzariera) e il rimanente spazio funge da vestibolo. Qui si notano le prime differenze rispetto alla Wisp: la camera interna è più ampia, sia a livello della testa che del busto, come anche il vestibolo, decisamente spazioso e in grado di ospitare senza problemi un grande zaino. Le dimensioni del vestibolo lo rendono adatto per cucinarvi all’interno senza pericolo.

Anche l’altezza è maggiore, con il punto massimo a 125 cm e posto in una posizione più avanzata rispetto alla verticale centrata tipica di molte monoposto (come ad esempio la Lanshan 1): si tratta di un escamotage intelligente, che crea uno spazio abitabile più confortevole.

Essendo una tenda monotelo la 3F UL Gear Ultralight 1-Person Tent, è particolarmente sensibile alla formazione di condensa. Ma su questo fronte si vede la maggiore delle migliorie rispetto alla Wisp: la presa d’aria è più ampia e posta più in basso rispetto al disegno della Wisp. Si crea così un flusso d’aria tra questa apertura e la mesh posta all’altezza dei piedi. Non ho trovato questo flusso d’aria fastidioso perché non coinvolge la testa quando si è sdraiati, mentre sembra ridurre considerevolmente la formazione di condensa. Ovviamente trattandosi di una recensione preliminare non ho ancora potuto testare la tenda in un numero di condizioni sufficienti per capire se il problema della formazione di condensa è in questo modo “risolto” oppure no.

Rispetto ad altre tende monoposto questa è sicuramente più spaziosa, ma non la consiglierei comunque a persone più alte di 185 cm o particolarmente robuste.

Richiusa nella sua sacca occupa uno spazio limitato: un cilindro di 34 cm di lunghezza per 14 cm di diametro.

Il telo esterno raggiunge il terreno anche a livello del vestibolo, limitando l’ingresso di vento e aria fredda. Questo la rende adatta anche ad un uso invernale.

Il telo esterno arriva fino al terreno, limitando l’ingresso d’aria fredda.

Vi è un unico accesso alla camera interna ma le zip bidirezionali sono estremamente fluide e ben fatte.

La tenda sembra resistere bene al vento, ma è consigliabile che la faccia minore (quella dei piedi per intenderci) sia rivolta contro il vento per assicurare una maggiore stabilità.

Il prezzo di listino è di circa 110 euro ma si trova comunemente in offerta attorno ai 75 euro.

Rispetto alla Lanshan 1 (monoposto a due teli) la tenda è di poco più leggera (circa 100 grammi) e, a mio avviso, possiede un disegno più intelligente: la Lanshan 1 ha un’unica presa d’aria in corrispondenza della verticale, rendendo utopico il ricircolo d’aria, uno spazio interno minore e un vestibolo più piccolo in grado di far passare folate di vento. Il prezzo è più o meno lo stesso (leggermente maggiore per la Lanshan 1).

Rispetto alla Wisp è invece più pesante di circa 150 grammi ma più spaziosa, performante e decisamente più economica (la Wisp costa circa 235 euro).

Primo test autunnale per questa tenda. Vedremo come si comporterà i nun trekking da più giorni!

 

 

5 Responses to Tenda 3F UL Gear Ultralight 1-Person Tent

  1. Leonardo ha detto:

    Ciao, hai avuto modo di testarla più pesantemente?
    Grazie

    • Robin Targon ha detto:

      Ciao Leonardo, no, il giudizio finale verrà rilasciato entro fine anno! Mi servono almeno una decina di giorni di trekking per poter tirare le somme 🙂

  2. leonardo ha detto:

    Grazie Robin, nel frattempo l’ho presa e la proverò quando arriva così vediamo se avremo responsi similari 😉

  3. Mirko ha detto:

    Bella recensione, mi piace e vorrei sostituire quella che uso! , io uso una gelert 1 persona…e mi sento un po’ in gabbia, mentre quando vado in coppia ho una vango mirage 200, freestanding che me la fa preferire anche su certi giri anche da solo.

    • Robin Targon ha detto:

      Rispetto alla Gelert dimezzeresti il peso e aumenteresti di molto lo spazio abitabile. Attenzione al problema della condensa, non ho ancora potuto fare un test sufficientemente lungo, quindi se per te può essere un problema e non hai fretta aspetta la recensione definitiva (entro fine dell’anno)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *