9° Tappa – Kungsleden – Svezia

11° Tappa – Kungsleden – Svezia

27 giugno 2017 Comments (0) Kungsleden

10° Tappa – Kungsleden – Svezia

  • Vista dall'hut di Rittak

Fai clic sulla mappa per visualizzare il percorso

Legenda Mappa

Da Aktse a Rittak

Traccia GPS: download

Si tratta di una tappa breve, solitamente percorsa assieme alla precedente o alla successiva, ma a causa dell’attraversamento del Laitaure è facile che diventi una tappa a se stante. Dal rifugio di Aktse si scende verso il lago, imboccando un sentiero sulla destra (diretto a ovest quindi). Il sentiero si divide in un bivio portando a due moli distinti, uno per le barche a remi e uno privato per la traversata a bordo di una barca a motore (a pagamento). Arrivati sull’altra sponda si attraversa una foresta di conifere estesa su di un’ampia pianura, quindi si prende quota fino a raggiungere il plateau sommitale. Si prosegue rimanendo sul lato meridionale di una cresta montuosa fino a ritrovare una copertura arborea. Lo shelter di Rittak si trova proprio al limite della vegetazione, nei pressi di un ruscello.

Lunghezza totale: 13 km

Dislivello totale: 350 m

Segnaletica: Presente

Traccia: Molto buona.

Difficoltà terreno: +++

La traversata del lago Laitaure è lunga e faticosa. Per il resto della tappa il sentiero corre su terra battuta e il passaggio dei punti più acquitrinosi è facilitato da passerelle di legno (sebbene alcune siano in pessimo stato e pressoché inutili)

Wilderness factor: +++

E’ una regione tutto sommato piuttosto selvaggia, e la hut di Rittak è talmente basilare che non stride con la natura del luogo.

Interesse paesaggistico: +++++

La vista durante la traversata del Laitaure è splendida, mentre il resto del percorso è meravigliosamente vario: dall’ampia foresta di conifere a quella più rada di betulle fino al roccioso altipiano sommitale. Da Rittak la vista sull’intera valle è da togliere il fiato.

Interesse naturalistico: ++++

La fauna è abbondante e varia, specie nel bosco di conifere, sebbene gli animali siano particolarmente elusivi.

Interesse storico/culturale: +

Non vi sono particolari siti di interesse storico/culturale.

Vie di fuga: No

Rifornimento acqua:  Lungo il percorso si incontra qualche corso d’acqua secondario, ma è bene lasciare Aktse con una buona scorta d’acqua o rifornirsi al primo ruscello che si trova sulla riva opposta. Un ruscello scorre nei pressi della hut di Rittak.

Rifornimento cibo: No.

Guadi: No.

Alloggi: La hut di Rittak è un semplice bivacco di legno a pianta esagonale con una stufa centrale, del tutto simile ad una jurta. E’ possibile passarvi la notte gratuitamente ed all’esterno è presente una latrina. Nella foresta è possibile individuare qualche buon sito per campeggiare, ma gli spot sono più rari di quanto uno potrebbe immaginare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *