6 Dicembre 2017 Comments (0) Kungsleden

Kungsleden – Sezione 5: da Ammarnas a Hemavan

La più meridionale delle sezioni del Kungsleden torna ad essere più frequentata da turisti ed escursionisti, sebbene non allo stesso livello della sezione Abisko-Vakkotavare. I rifugi lungo il percorso sono numerosi e l’ambiente è più montuoso. Dal punto di vista paesaggistico è una sezione indimenticabile, che racchiude tutte le tipologie ambientabili riscontrabili lungo il Kungsleden.

 Indice

Come arrivare

Raggiungere Ammarnas non è difficile, ma richiede lunghi spostamenti, per cui è bene dedicare un giorno al solo viaggio. Ci sono diverse tipologie di trasporto pubblico che possono essere considerate per arrivare a destinazione. Per visualizzare le varie opzioni di viaggio fai clic sulla mappa sottostante.

Fai clic sulla mappa per visualizzare le opzioni di viaggio

Come tornare

Hemavan è ben collegata con il resto della Svezia, per cui non sarà difficile trovare un mezzo pubblico per raggiungere la capitale. Si consiglia autobus fino a Umea e da lì treno per Stoccolma.

Fai clic sulla mappa per visualizzare le opzioni di viaggio

Itinerario

Con i suoi 78 km, l’ultima sezione del Kungsleden è tra le più brevi, ma presenta comunque un dislivello complessivo maggiore delle prime due sezioni. Lungo il percorso si trovano 5 hut, 3 shelter e 1 mountain station. La traccia è sempre chiara e ben segnalata. In alcuni tratti è possibile percorrere altri sentieri per accorciare l’itinerario, perdendone però in magnificenza del panorama.

Fai clic sulla mappa per visualizzare il percorso

Traccia gpx del percorso.

Tappa 1 – da Ammarnas a Servestugan

Lunghezza: 27 km

Dislivello: +300 m

La tappa qui proposta può risultare particolarmente lunga e impegnativa, ma è possibile ridurla grazie alle diverse possibilità di sistemazione intermedie: ci si può fermare presso la hut di Aigerstugan, a circa 8 km da Ammarnas, o continuare fino agli shelter di Juovvatjahkka (metà strada) o di Vuomatjahkka (circa 10 km da Servestugan). Da Ammarnas a Aigerstugan è necessario aver ragione di una faticosa salita che ripaga però con magnifiche viste su un grande canyon. Da Aigerstugan a Servestugan si è in un continuo sali-scendi, con alcuni tratti anche impegnativi e si raggiunge la quota più alta del Kungsleden (Juovatjahkka pass) dopo il passo di Tjaktja (Sezione 1 – da Abisko a Vakkotavare).

  • Vista da Aiger verso Ammarnas
  • Panorama verso Aiger
  • Panorama verso Aiger
  • Panorama verso Aiger
  • L'immancabile Piviere Dorato
  • Lo shelter di Vuomatjahkka
  • Segnavia con Culbianco
  • Panorama verso Servestugan
  • Il fiume Servejuhka

Tappa 2 – da Servestugan a Syterstugan

Lunghezza: 28 km

Dislivello: +10 m

Anche in questo caso si tratta di una tappa lunga che può essere smezzata presso la hut di Tarnasjostugan. Nonostante il dislivello complessivo sia prossimo allo zero, vi sono alcune salite brevi ma impegnative, in particolare l’ultima per raggiungere la hut di Syter. Il percorso è dapprima collinare, per poi proseguire tra foreste di betulle fino a raggiungere il particolare arcipelago della porzione meridionale del lago Tarnasjon. Da lì una ripida salita porta al limite orientale dell’altipiano Norra Storfjallet dove si colloca la hut Syterstugan.

  • Altipiani
  • Altipiani
  • Traccia e segnavia
  • Altipiani
  • Taiga
  • Taiga
  • Il lago Tarnasjon
  • Pernice bianca nordica
  • Il lago Tarnasjon
  • Il lago Tarnasjon
  • Hut di pescatori sul lago Tarnasjon
  • Acquitrini sul lago Tarnasjon
  • Acquitrini sul lago Tarnasjon
  • Vista sull'arcipelago di Tarnasjon

Tappa 3 – da Syterstugan a Hemavan

Lunghezza: 23 km

Dislivello: +20 m

Tappa mediamente lunga ma complessivamente facile. Si inizia con una lunga ma non troppo difficile salita fino a raggiungere il passo di Syterskalet. L’omonima valle è magnifica, una U perfetta tra due montagne gemelle. Al passo è presente uno shelter che non si potrebbe utilizzare per il ricovero notturno se non in casi di emergenza. Proseguendo facilmente lungo la valle si raggiunge in breve la hut di Viterskalsstugan, una sistemazione notturna di eccellenza per chi volesse smezzare la tappa o non volesse terminare già il suo viaggio. Da Viterskals si scende in un paesaggio mutevole fino a raggiungere nuovamente la civiltà ad Hemavan. Poco prima dell’abitato si trova la Mountain Station STF.

  • Syterfjallet
  • Piviere dorato
  • Pettegola
  • Pettegola
  • Autoscatto nella Syterskalet
  • Segnavia invernale
  • Syterskalet
  • Syterskalet
  • Syterskalet
  • Hut privata in Syterskalet
  • Branco di renne
  • Branco di renne
  • Maschio di renna al tramonto
  • Vista sulla Syterskalet
  • Valle di Vindelfjallen
  • Vista verso Vindelfjallen
  • DSCN2051
  • Vista scendendo verso Hemavan
  • Vista scendendo verso Hemavan

Rifornimenti

Presso tutte le hut è possibile acquistare rifornimenti alimentari, sebbene la scelta non sia quasi mai particolarmente ampia. Non è quindi necessario trasportare grandi quantità di viveri, risultando sufficienti un paio di giorni di provviste. Presso Hemavan e Ammarnas è possibile acquistare presso supermercati.

Alloggi

Questa sezione può essere percorsa senza dover trasportare alcun tipo di riparo, ma si consiglia ugualmente di dotarsi di un tarp o una tenda ultraleggera. Le hut che si incontrano lungo l’itinerario, sebbene non abbiano la capacità di quelle presenti nella prima sezione del Kungsleden, sono molto ben fornite e ospitano mediamente 30 letti. Lungo il percorso vi sono inoltre tre shelter che possono essere presi in considerazione per una sistemazione d’emergenza. Presso Ammarnas e Hemavan le possibilità di alloggio sono molteplici.

Quando

Questa sezione del Kungsleden può essere percorsa senza troppe difficoltà sia in estate che in inverno (ciaspole o sci). Il periodo migliore è quello che va da metà agosto a metà settembre. In questo periodo le ore di luce sono ancora tante, ma si comincia ad apprezzare l’aurora boreale nelle poche ore di buio; le zanzare sono quasi del tutto scomparse e la temperatura durante il giorno è gradevole. Bisogna fare attenzione alle temperature notturne, in quanto in questo periodo possono scendere di molti gradi sotto lo zero.

Per quanto riguarda l’inverno è consigliabile il mese di marzo, il miglior compromesso tra copertura nevosa, temperatura e ore di luce.

Difficoltà

Si tratta di una sezione adatta a tutti, che non presenta difficoltà di sorta. La relativa abbondanza di hut e shelter riduce ulteriormente i rischi.

Clima

Durante l’estate, da metà giugno a metà agosto, le temperature rimangono attorno ai 10°, con lievi variazioni tra minime e massime. Nei mesi invernali le temperature scendono oltre i -10°, e non è insolito sperimentare anche i -30°C.

Fai clic sulla tabella per visualizzare le medie delle condizioni meteorologiche di Hemavan (è possibile variare la ricerca con altre località)

Vie di fuga

In questa sezione non vi sono vie di fuga, ma è possibile raggiungere Ammarnas da Servestugan attraverso un breve e poco impegnativo sentiero lungo il lago anziché risalire sugli altipiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *