Lapponia, l’ultima grande area selvaggia d’Europa.
Il Kungsleden è il trekking che ne attraversa tutta la parte svedese. Considerato tra i trekking più belli del mondo, permette un’intima conoscenza con gli ambienti e gli animali che popolano queste terre. Noi percorreremo la sezione settentrionale, famosa per le ampie vedute e i paesaggi spettacolari, e lo faremo quando la maggior parte dei turisti è ormai lontana, rivivendo così il vero spirito selvaggio del Kungsleden!

Informazioni generali

KUNGSLEDEN

Il nostro trekking seguirà fedelmente la sezione più settentrionale del Kungsleden. Al termine delle tappe più semplici la guida accompagnerà chi lo volesse sulla vetta di qualche altura nei pressi, particolarmente panoramiche.

METEO

La temperatura media a settembre in questa parte della Lapponia è di circa 10 gradi, sebbene non è raro che la temperatura possa scendere di qualche grado sotto allo zero. I venti sugli altipiani possono essere forti e, sebbene sia il periodo più secco dell’anno, le precipitazioni sono piuttosto frequenti ma di bassa intensità.

LINGUA E COMUNICAZIONE

La lingua ufficiale è lo svedese, ma la quasi totalità degli svedesi capisce e parla fluentemente l’inglese. La Lapponia è però il territorio dei Sami e la toponomastica è interamente nella loro lingua. La maggior parte dei Sami conosce lo svedese, pochi l’inglese. E’ utile conoscere il significato di alcune parole sami, che permetteranno di interpretare più facilmente le mappe topografiche:

  • stuga, stugan, stugorna –> rifugio, bivacco, riparo di emergenza
  • jakka, jokka –> fiume, torrente
  • jaure, javri, javrrie –> lago
  • tjakka, cohkka, tjahkka, tjahke –> montagna, vetta

In massima parte nell’area attraversata dal Kungsleden non vi è copertura telefonica, sebbene questa sia presente talvolta nei punti più elevati del percorso. La connessione ad internet va di pari passo alla copertura telefonica. Da giugno 2017 il costo di chiamata e di navigazione internet è il medesimo che in territorio italiano.

Programma

Raggiungere la Lapponia svedese ci richiederà oltre 10 ore di viaggio con il treno notturno per Narvik, quasi interamente popolato da hikers da tutto il mondo! Pernotteremo nelle caratteristiche cuccette letto del treno e scenderemo direttamente ad Abisko, il punto di partenza del nostro trekking.
Pernotteremo all’Abisko Mountain Station in modo da avere del tempo per visitare il caratteristico canyon posto nei pressi.
Le nostre notti saranno di “wild camping“, monteremo infatti le tende in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi lungo il Kungsleden!

Lungo il percorso avremo modo inoltre di sperimentare la vita in una hut svedese, imparando a tagliare la legna e ad utilizzare correttamente una stufa, oltre ad usarla come punto d’appoggio in cui rifornirsi di viveri.
Attraverseremo il Parco Nazionale di Abisko e arriveremo ai piedi del
Kebnekaise, la montagna più alta di Svezia con i suoi vasti ghiacciai. Termineremo l’itinerario sulle sponde del grande lago Akkajaure, dove un bus ci porterà a Gällivare dove pernotteremo. Il giorno seguente inizierà il viaggio in treno per Stoccolma e quindi per tornare a casa.

IMPORTANTE.

La Lapponia svedese può essere soggetta a perturbazioni di grande intensità. Questi fenomeni, seppur non comuni durante l’estate, potrebbero rappresentare un rischio all’incolumità del gruppo se sottovalutati. La guida si riserva pertanto il diritto di apportare modifiche all’itinerario in qualunque momento, compresi pernottamenti presso hut, da pagare sul posto, se le condizioni meteo non consentono di campeggiare in sicurezza.

TIPOLOGIA: thru-hiking

Il nostro trekking è lungo circa 110 km e lo percorreremo in totale autonomia, dormendo in tenda e cucinandoci i pasti con il fornellino da campo.
La durata del trekking è di 7 giorni di cammino.

A metà percorso alloggeremo presso una hut svedese dove potremo anche rifornirci di viveri. L’autonomia viveri richiesta è di tre giorni, la progressione non è difficile e si basa in massima parte su buone tracce di sentiero.

Per approfondire la tipologia di viaggio Thru-Hiking →

Per chi è questo viaggio

Questo viaggio è perfetto per persone amanti della natura incontaminata che vogliano fare un’esperienza full-immersion, imparando ad essere autosufficienti, campeggiando in tenda e cucinandosi i pasti con il fornellino da campo. Non è necessario essere escursionisti esperti o particolarmente allenati, mentre si richiede spirito d’adattamento e voglia di camminare per molti giorni in assenza di confort e tecnologie.

LIVELLO: intermedio

Dal punto di vista fisico questo viaggio può essere ritenuto facile, in quanto i dislivelli affrontati non sono mai troppo impegnativi, la traccia è quasi sempre buona e le tappe sono state progettate per essere alla portata di chiunque abbia l’abitudine di fare delle escursioni in montagna.
Il livello aumenta di difficoltà in quanto è richiesta autonomia viveri per almeno 3 giorni, con conseguente appesantimento dello zaino (se si seguono le indicazioni della guida lo zaino a pieno carico peserà meno di 10 kg), e la maggior parte delle notti verrà fatta in “wild camping”. Il mese di settembre è inoltre più freddo rispetto ai due precedenti, ma i vantaggi sono numerosi:
-niente zanzare
-pochi escursionisti
-colori della vegetazione meravigliosi
-possibilità di vedere l’aurora boreale.

Per approfondire il livello Intermedio →

Equipaggiamento

I viaggi The Walking Robin sono gli unici in cui incluso nel prezzo viene fornito l’uso di equipaggiamento da thru-hiking di qualità. Noi siamo per il contatto diretto e autentico con la natura. Niente portatori, muli da soma o navette per il trasferimento bagagli. 

Affinché il viaggio non risulti una sofferenza è però necessario avere un equipaggiamento adeguato, che sia leggero ma al tempo stesso comodo e affidabile. The Walking Robin ti fornisce tutto il necessario.

Visualizza l’equipaggiamento che utilizzerai!

Sistemazioni

All’inizio del nostro trekking alloggeremo in una Mountain Station, struttura molto bella e caratteristica, simile ad un ostello per tipologia di alloggio.
A metà del percorso pernotteremo invece in una hut svedese in cui impareremo le regole e lo stile di vita tipici dei rifugi di questa parte del mondo.
Durante il resto del trekking pernotteremo invece con modalità “wild camping”, in totale assenza di servizi, imparando così ad essere autonomi in un contesto di natura selvaggia!
Alla fine del trekking avremo modo di pernottare in una struttura confortevole presso la cittadina di Gällivare, in modo da ritornare a casa “in ordine”!

Per approfondire le caratteristiche delle tipologie di sistemazione →

Costo: 1400€

Comprende:
  • accompagnamento guida esperta dei luoghi (guida ambientale escursionistica associata AIGAE)
  • utilizzo di equipaggiamento ultraleggero
  • trasporti locali (treno, bus, traghetti)
  • pernottamento presso Mountain Station, hut di Sälka e alloggio a fine trekking.
  • polizza assicurativa che tutela in caso di infortunio o malattia, perdita del bagaglio, spese di ricerca e soccorso
Non comprende:
  • voli
  • pasti e provviste alimentari
  • possibili pernottamenti in hut (solo in caso di emergenza)
  • tutto quello che non è incluso nella lista delle spese comprese nel prezzo

INFO GENERALI

Il nostro trekking seguirà fedelmente la sezione più settentrionale del Kungsleden. Al termine delle tappe più semplici la guida accompagnerà chi lo volesse sulla vetta di qualche altura nei pressi, particolarmente panoramiche.

La temperatura media a settembre in questa parte della Lapponia è di circa 10 gradi, sebbene non è raro che la temperatura possa scendere di qualche grado sotto allo zero. I venti sugli altipiani possono essere forti e, sebbene sia il periodo più secco dell’anno, le precipitazioni sono piuttosto frequenti ma di bassa intensità. La temperatura notturna si attesta solitamente attorno a qualche grado sotto lo zero.

La lingua ufficiale è lo svedese, ma la quasi totalità degli svedesi capisce e parla fluentemente l’inglese. La Lapponia è però il territorio dei Sami e la toponomastica è interamente nella loro lingua. La maggior parte dei Sami conosce lo svedese, pochi l’inglese. E’ utile conoscere il significato di alcune parole sami, che permetteranno di interpretare più facilmente le mappe topografiche:

  • stuga, stugan, stugorna –> rifugio, bivacco, riparo di emergenza
  • jakka, jokka –> fiume, torrente
  • jaure, javri, javrrie –> lago
  • tjakka, cohkka, tjahkka, tjahke –> montagna, vetta

In massima parte nell’area attraversata dal Kungsleden non vi è copertura telefonica, sebbene questa sia presente talvolta nei punti più elevati del percorso. La connessione ad internet va di pari passo alla copertura telefonica. Da giugno 2017 il costo di chiamata e di navigazione internet è il medesimo che in territorio italiano. La guida è dotata di telefono satellitare, ma il suo utilizzo è da considerarsi solo per casi di emergenza.


PROGRAMMA

Raggiungere la Lapponia svedese ci richiederà oltre 10 ore di viaggio con il treno notturno per Narvik, quasi interamente popolato da hikers da tutto il mondo! Pernotteremo nelle caratteristiche cuccette letto del treno e scenderemo direttamente ad Abisko, il punto di partenza del nostro trekking.
Pernotteremo all’Abisko Mountain Station in modo da avere del tempo per visitare il caratteristico canyon posto nei pressi.
Le nostre notti saranno di “wild camping“, monteremo infatti le tende in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi lungo il Kungsleden!

Lungo il percorso avremo modo inoltre di sperimentare la vita in una hut svedese, imparando a tagliare la legna e ad utilizzare correttamente una stufa, oltre ad usarla come punto d’appoggio in cui rifornirsi di viveri.
Attraverseremo il Parco Nazionale di Abisko e arriveremo ai piedi del
Kebnekaise, la montagna più alta di Svezia con i suoi vasti ghiacciai. Termineremo l’itinerario sulle sponde del grande lago Akkajaure, dove un bus ci porterà a Gällivare dove pernotteremo. Il giorno seguente inizierà il viaggio in treno per Stoccolma e quindi per tornare a casa.

IMPORTANTE.

La Lapponia svedese può essere soggetta a perturbazioni di grande intensità. Questi fenomeni, seppur non comuni durante l’estate, potrebbero rappresentare un rischio all’incolumità del gruppo se sottovalutati. La guida si riserva pertanto il diritto di apportare modifiche all’itinerario in qualunque momento, compresi pernottamenti presso hut, da pagare sul posto, se le condizioni meteo non consentono di campeggiare in sicurezza.

TIPOLOGIA: thru-hiking

Il nostro trekking è lungo circa 110 km e lo percorreremo in totale autonomia, dormendo in tenda e cucinandoci i pasti con il fornellino da campo.
La durata del trekking è di 7 giorni di cammino.

A metà percorso alloggeremo presso una hut svedese dove potremo anche rifornirci di viveri. L’autonomia viveri richiesta è di tre giorni, la progressione non è difficile e si basa in massima parte su buone tracce di sentiero.


Per chi è questo viaggio

Questo viaggio è perfetto per persone amanti della natura incontaminata che vogliano fare un’esperienza full-immersion, imparando ad essere autosufficienti, campeggiando in tenda e cucinandosi i pasti con il fornellino da campo. Non è necessario essere escursionisti esperti o particolarmente allenati, mentre si richiede spirito d’adattamento e voglia di camminare per molti giorni in assenza di confort e tecnologie.

LIVELLO: intermedio

Dal punto di vista fisico questo viaggio può essere ritenuto facile, in quanto i dislivelli affrontati non sono mai troppo impegnativi, la traccia è quasi sempre buona e le tappe sono state progettate per essere alla portata di chiunque abbia l’abitudine di fare delle escursioni in montagna.
Il livello aumenta di difficoltà in quanto è richiesta autonomia viveri per almeno 3 giorni, con conseguente appesantimento dello zaino (se si seguono le indicazioni della guida lo zaino a pieno carico peserà meno di 10 kg), e la maggior parte delle notti verrà fatta in “wild camping”. Il mese di settembre è inoltre più freddo rispetto ai due precedenti, ma i vantaggi sono numerosi:
-niente zanzare
-pochi escursionisti
-colori della vegetazione meravigliosi
-possibilità di vedere l’aurora boreale.

Per approfondire il livello Intermedio →

EQUIPAGGIAMENTO

I viaggi The Walking Robin sono gli unici in cui incluso nel prezzo viene fornito l’uso di equipaggiamento da thru-hiking di qualità. Noi siamo per il contatto diretto e autentico con la natura. Niente portatori, muli da soma o navette per il trasferimento bagagli. 

Affinché il viaggio non risulti una sofferenza è però necessario avere un equipaggiamento adeguato, che sia leggero ma al tempo stesso comodo e affidabile. The Walking Robin ti fornisce tutto il necessario.


SISTEMAZIONI

All’inizio del nostro trekking alloggeremo in una Mountain Station, struttura molto bella e caratteristica, simile ad un ostello per tipologia di alloggio.
A metà del percorso pernotteremo invece in una hut svedese in cui impareremo le regole e lo stile di vita tipici dei rifugi di questa parte del mondo.
Durante il resto del trekking pernotteremo invece con modalità “wild camping”, in totale assenza di servizi, imparando così ad essere autonomi in un contesto di natura selvaggia!
Alla fine del trekking avremo modo di pernottare in una struttura confortevole presso la cittadina di Gällivare, in modo da ritornare a casa “in ordine”!

Per approfondire le caratteristiche delle tipologie di sistemazione →
tende in riva a un lago in Lapponia
rifugio sami con fiori viola

COSTO: 1400 €

Comprende:
  • accompagnamento guida esperta dei luoghi (guida ambientale escursionistica associata AIGAE)
  • utilizzo di equipaggiamento ultraleggero
  • trasporti locali (treno, bus, traghetti)
  • pernottamento presso Mountain Station, hut di Sälka e alloggio a fine trekking.
  • polizza assicurativa che tutela in caso di infortunio o malattia, perdita del bagaglio, spese di ricerca e soccorso
Non comprende:
  • voli
  • pasti e provviste alimentari
  • possibili pernottamenti in hut (solo in caso di emergenza)
  • tutto quello che non è incluso nella lista delle spese comprese nel prezzo

Direzione Tecnica del Viaggio

La direzione tecnica di questo viaggio è gestita da Livenza Viaggi.
Se si vuole partecipare, una volta effettuato il colloquio telefonico obbligatorio con la guida Robin Targon, prenotabile dall’apposito modulo sottostante, l’iscrizione e il pagamento della quota, come anche la prenotazione dei biglietti aerei, saranno gestiti da Livenza Viaggi.

Scopri Livenza Viaggi →

i nostri partner

i nostri partner

Top