Lapponia, l’ultima grande area selvaggia d’Europa.
Le “Terre Alte” (Padjelanta in lingua Sami) ne preservano tutte le meraviglie:
fitti boschi di betulle e conifere, la vastità della tundra, laghi come specchi, torrenti incontaminati e grandi branchi di renne.

Un trekking che cambierà le tue percezioni, in una terra di spazi senza fine, dove il tempo si è fermato.

Monte innevato in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami
Sentiero nel bosco in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami
Piviere dorato in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami

INFO GENERALI

La temperatura media ad agosto in questa parte della Lapponia è di circa 10 gradi, sebbene non è raro che la temperatura possa scendere di qualche grado sotto allo zero. I venti sugli altipiani possono essere forti e, sebbene sia il periodo più secco dell’anno, le precipitazioni sono piuttosto frequenti ma di bassa intensità.

La lingua ufficiale è lo svedese, ma la quasi totalità degli svedesi capisce e parla fluentemente l’inglese. La Lapponia è però il territorio dei Sami e la toponomastica è interamente nella loro lingua. La maggior parte dei Sami conosce lo svedese, pochi l’inglese. E’ utile conoscere il significato di alcune parole sami, che permetteranno di interpretare più facilmente le mappe topografiche:

  • stuga, stugan, stugorna –> rifugio, bivacco, riparo di emergenza
  • jakka, jokka –> fiume, torrente
  • jaure, javri, javrrie –> lago
  • tjakka, cohkka, tjahkka, tjahke –> montagna, vetta

In massima parte nell’area attraversata dal Padjelantaleden non vi è copertura telefonica, sebbene questa sia presente talvolta nei punti più elevati del percorso. La connessione ad internet va di pari passo alla copertura telefonica. Da giugno 2017 il costo di chiamata e di navigazione internet è il medesimo che in territorio italiano.


PROGRAMMA

Raggiungere la Lapponia svedese richiede una giornata circa di spostamenti con mezzi pubblici, tra cui il treno notturno per Narvik, quasi interamente popolato da hikers da tutto il mondo! Da Kvikkjokk esploreremo il magnifico delta con un barchino guidato da Bjorn, esperto conoscitore dell’area, approdando nel punto in cui inizieremo il nostro trekking.
Le nostre notti saranno prevalentemente di “wild camping“, monteremo infatti le tende in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del Padjelanta!

Lungo il percorso avremo modo inoltre di sperimentare la vita nelle hut svedesi, imparando a tagliare la legna e ad utilizzare correttamente una stufa e ci riforniremo di viveri presso un villaggio dei Sami.
Attraverseremo il Parco Nazionale di Padjelanta costeggiando il Sarek con le sue alte vette e il confine norvegese. Termineremo l’itinerario sulle sponde del lago Akkajaure, dove un traghetto ci porterà a Ritsem. Il giorno seguente inizierà il viaggio per tornare a casa.

IMPORTANTE.

La Lapponia svedese può essere soggetta a perturbazioni di grande intensità. Questi fenomeni, seppur non comuni durante l’estate, potrebbero rappresentare un rischio all’incolumità del gruppo se sottovalutati. La guida si riserva pertanto il diritto di apportare modifiche all’itinerario in qualunque momento, compresi pernottamenti presso hut, da pagare sul posto, se le condizioni meteo non consentono di campeggiare in sicurezza.

Omini di pietra in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami
Maschio di alce tra le betulle lungo il Kungsleden

TIPOLOGIA: thru-hiking

Per esplorare le “Terre Alte” abbiamo scelto l’unico vero modo per farlo: camminando!
Attraversato il delta di Kvikkjokk, percorreremo i 140 km del Padjelantaleden dormendo in tenda e cucinandoci i pasti con il fornellino da campo.

A metà percorso usufruiremo dell’ospitalità Sami per una notte in una mountain station da loro gestita e acquisteremo provviste nel loro bazar! L’autonomia viveri richiesta è di cinque giorni ma la progressione non è difficile e si basa in massima parte su buone tracce di sentiero.


Per chi è questo viaggio

Questo viaggio è perfetto per persone amanti della natura incontaminata che vogliano fare un’esperienza full-immersion, imparando ad essere autosufficienti, campeggiando in tenda e cucinandosi i pasti con il fornellino da campo. Non è necessario essere escursionisti esperti o particolarmente allenati, mentre si richiede spirito d’adattamento e voglia di camminare per molti giorni in assenza di confort e tecnologie.

Ombra di hiker in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami

LIVELLO: intermedio

Dal punto di vista fisico questo viaggio può essere ritenuto facile, in quanto i dislivelli affrontati non sono mai troppo impegnativi, la traccia è quasi sempre buona e le tappe sono state progettate per essere alla portata di chiunque abbia l’abitudine di fare delle escursioni in montagna.
Il livello aumenta di difficoltà in quanto è richiesta autonomia viveri per almeno 5 giorni, con conseguente appesantimento dello zaino (se si seguono le indicazioni della guida lo zaino a pieno carico peserà meno di 11 kg), e la maggior parte delle notti verrà fatta in “wild camping”.

Per approfondire il livello Intermedio →

Panoramica del lago Virihaure in Lapponia durante la traversata delle Terre Alte dei Sami

EQUIPAGGIAMENTO

I viaggi The Walking Robin sono gli unici in cui incluso nel prezzo viene fornito l’uso di equipaggiamento da thru-hiking di qualità. Noi siamo per il contatto diretto e autentico con la natura. Niente portatori, muli da soma o navette per il trasferimento bagagli. 

Affinché il viaggio non risulti una sofferenza è però necessario avere un equipaggiamento adeguato, che sia leggero ma al tempo stesso comodo e affidabile. The Walking Robin ti fornisce tutto il necessario.


SISTEMAZIONI

All’inizio, alla fine e a metà del nostro trekking alloggeremo in Mountain Stations, strutture molto belle e caratteristiche, simili ad ostelli per tipologia di alloggio.
La Mountain Station del villaggio di Staloluokta è gestita direttamente dai Sami.
La seconda notte pernotteremo invece in una hut svedese in cui impareremo le regole e lo stile di vita tipici dei rifugi di questa parte del mondo.

Durante il resto del trekking pernotteremo invece con modalità “wild camping”, in totale assenza di servizi, imparando così ad essere autonomi in un contesto di natura selvaggia!

Per approfondire le caratteristiche delle tipologie di sistemazione →

tende in riva a un lago in Lapponia
rifugio sami con fiori viola

COSTO

Comprende:
  • accompagnamento guida esperta dei luoghi (guida ambientale escursionistica certificata)
  • utilizzo di equipaggiamento ultraleggero
  • trasporti locali (treno, bus, traghetti)
  • pernottamento presso Mountain Stations e hut
  • cena presso la Staloluokta Mountain Station a base di pesce appena pescato e pane tradizionale Sami
  • polizza assicurativa che tutela in caso di infortunio o malattia, perdita del bagaglio, spese di ricerca e soccorso
Non comprende:
  • voli
  • pasti e provviste alimentari
  • possibili pernottamenti in hut (solo in caso di emergenza)
  • tutto quello che non è incluso nella lista delle spese comprese nel prezzo
Top

Privacy Preference Center