L’Isola di Skye è la gemma più preziosa delle splendide isole scozzesi. Troppo spesso visitata come attrazione mordi-e-fuggi dai turisti, merita una scoperta lenta, al ritmo dei propri passi e del continuo mutare del tempo.
Abbiamo ideato una traversata che migliora lo Skye Trail, permettendo una conoscenza ancora più intima di quest’isola meravigliosa.

Skye e la sua natura indomita ti aspettano!

Controluce dell'Old Man of Storr lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye
Pecora lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye
Prato in vista oceano lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye

INFO GENERALI

L’Isola di Skye, affacciandosi sull’Oceano Atlantico, è soggetta a repentini cambiamenti meteorologici, che possono portare a piogge e venti anche violenti. Il mese di settembre è però tra i migliori per una visita, essendo la piovosità media ancora limitata, la piaga dei midges (moscerini succhiasangue!) praticamente svanita e le giornate di sole frequenti. La temperatura media è di circa 12 gradi, con minime fluttuazioni.

La lingua ufficiale è l’inglese, ma gli abitanti di Skye parlano lo scozzese con un forte accento tipico dell’area. La toponomastica è prevalentemente espressa in gaelico, a cui è spesso associata la traduzione in inglese.

La copertura telefonica è discontinua, garantita nei pressi dei centri maggiori (Portree e Broadford), a macchia di leopardo nel resto dell’isola. I costi sono gli stessi dell’Italia, almeno fino ad attuazione della Brexit.

Attualmente per visitare l’Isola di Skye è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio. Nel prossimo futuro con l’attuazione della Brexit sarà necessario il passaporto.
Anche per questo viaggio suggeriamo di portare il passaporto, in quanto facilita le operazioni per il passaggio della dogana.


PROGRAMMA

Raggiungere l’Isola di Skye richiede tempo. Da Glasgow prenderemo un autobus che in circa 6 ore ci porterà a Broadford, con una conveniente pausa a Fort William per un pranzo in velocità.

Da Broadford inizierà la nostra traversata verso Nord, portandoci ad ammirare i Cuilins, diversi suggestivi loch, la cittadina di Portree e infine la meravigliosa penisola di Trotternish.

IMPORTANTE.

L’Isola di Skye può essere soggetta a perturbazioni di grande intensità. Questi fenomeni, seppur non comuni, potrebbero rappresentare un rischio all’incolumità del gruppo se sottovalutati. La guida si riserva pertanto il diritto di apportare modifiche all’itinerario in qualunque momento, anche in base a singole difficoltà dei partecipanti.

Il Blaven e le Red Hills lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye
La scogliera di Stac Buidhe lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye

TIPOLOGIA: thru-hiking

La traversata completa dell’Isola di Skye rientra pienamente nella logica di un thru-hike. Percorreremo circa 135 km da sud verso nord fino a toccare la punta più settentrionale dell’Isola!

Soggiorneremo la maggior parte delle notti nelle nostre tende, cucinando sui fornelli da campo. Pernotteremo anche in alcuni dei più belli e caratteristici ostelli di Skye. L’autonomia viveri richiesta è di 4 giorni.


Per chi è questo viaggio

Questo viaggio è l’ideale per gli escursionisti che vogliano visitare l’Isola di Skye nel modo più autentico possibile: in autonomia, camminando, dormendo in tenda e cucinando il proprio cibo.
Anche gli appassionati di fotografia potranno con questo viaggio ottenere immagini inedite di un luogo fotogenico come Skye. Non è necessario essere escursionisti esperti o particolarmente allenati, mentre si richiede spirito d’adattamento e voglia di camminare per diversi giorni in assenza di confort e tecnologie.

Vista dal Trotternish Ridge lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye

LIVELLO: intermedio

Dal punto di vista fisico questo viaggio alterna tappe facili ad altre più impegnative, sempre però alla portata dell’escursionista di media esperienza.
La traccia può essere molto chiara o quasi assente e il terreno su cui si cammina può divenire fangoso o acquitrinoso in seguito a piogge abbondanti, rendendo più faticoso l’incedere.
L’autonomia viveri richiesta è di circa 4 giorni e il pernotto è per la maggior parte delle notti in wild camping.

Per approfondire il livello Intermedio →

Vista panoramica dal Trotternish ridge lungo lo Skye Trail: la traversata dell'Isola di Skye

EQUIPAGGIAMENTO

I viaggi The Walking Robin sono gli unici in cui incluso nel prezzo viene fornito l’uso di equipaggiamento da thru-hiking di qualità. Noi siamo per il contatto diretto e autentico con la natura. Niente portatori, muli da soma o navette per il trasferimento bagagli. 

Affinché il viaggio non risulti una sofferenza è però necessario avere un equipaggiamento adeguato, che sia leggero ma al tempo stesso comodo e affidabile. The Walking Robin ti fornisce tutto il necessario.


SISTEMAZIONI

Il tipo di sistemazioni utilizzate durante questo viaggio è vario, includendo ostelli, un campeggio attrezzato e diverse notti di wild camping. Si richiede sempre capacità di adattamento, in particolare durante il wild camping che si basa sulla totale assenza di servizi.

Per approfondire le caratteristiche delle tipologie di sistemazione →

Vista di Portree sul mare lungo lo Skye Trail

COSTO

Comprende:
  • accompagnamento guida esperta dei luoghi (guida ambientale escursionistica certificata)
  • utilizzo di equipaggiamento ultraleggero
  • trasporti locali (bus)
  • pernottamento presso ostelli e campeggi attrezzati
  • polizza assicurativa che tutela in caso di infortunio o malattia, perdita del bagaglio, spese di ricerca e soccorso
Non comprende:
  • voli
  • pasti e provviste alimentari
  • tutto quello che non è incluso nella lista delle spese comprese nel prezzo

i nostri partner

Top

Privacy Preference Center