Il Millaris Bivy Sack è un sacco da bivacco prodotto dall’azienda spagnola As Tucas. Per comprendere al meglio le caratteristiche di questo sacco da bivacco consiglio di leggere le recensioni dell’Outdoor Research Alpine Bivy e del SOL Escape Bivvy, perché il Millaris si colloca esattamente tra i due prodotti come caratteristiche e modalità d’utilizzo, risultando così un buon tuttofare!

As Tucas Millaris Bivy Sack

Ma andiamo per punti:

  1. Peso –> con il peso di 198 grammi (inclusa la sacca di trasporto) per la versione L-regular, il Millaris risulta un poco più leggero del SOL Escape Bivvy ma più pesante del SOL Escape LITE Bivvy. Nessun paragone invece con l’OR Alpine Bivy, che con i suoi 900 grammi risiede in una categoria a parte!
  2. Impermeabilità –> l’idrorepellenza del tessuto è sicuramente maggiore rispetto ai due sacchi SOL Escape, ma non conferisce la stessa protezione data dall’OR Alpine Bivy. Protegge egregiamente dalla condensa che può formarsi all’interno della tenda, da una pioggia leggera e a contatto con la neve, ma non lo utilizzerei sotto un acquazzone (non è stato progettato per questo scopo).
    Il fondo del Millaris ha buone doti di impermeabilità e non lascia passare acqua a contatto con la neve

     

  3. Comodità –> il Millaris è dotato di due punti d’attacco per cordini (uno incluso) atti a creare uno spazio tra l’utilizzatore e il tessuto del sacco da bivacco. In questo modo si evita la “sensazione bara” e il fastidio di avere il sacco incollato alla propria faccia. L’OR Alpine Bivy usa una soluzione simile per la parte superiore del busto (con possibilità di usare della paleria dedicata per una maggior robustezza o laddove non fosse possibile fissare un cordino) ma non per i piedi. I SOL Escape non prevedono alcun sistema paragonabile. Una zip laterale particolarmente lunga, che si estende anche frontalmente a livello del petto, permette di accedere comodamente all’interno del sacco, come anche di uscirvi. La cerniera del SOL Escape Bivy è molto più breve, mentre nella versione LITE è del tutto assente. L’OR Alpine Bivy ha un doppio sistema di zip a livello del torace, risultando così più scomodo.
    Due bastoncini da trekking possono fungere da ideale punto di sostegno per dare tensione al Millaris, creando così uno spazio più accogliente per tutto il corpo.

     

  4. Isolamento termico –> sebbene sia innegabile un certo isolamento termico fornito dal Millaris, questo non è paragonabile a quello fornito dai SOL Escape, che sono in grado di aumentare la temperatura percepita di diversi gradi. Se usato all’aperto, senza la protezione di una tenda, il Millaris è sicuramente in grado di aumentare la temperatura percepita grazie all’azione di schermatura del vento, ambito in cui però non eccelle, posizionandosi molto al di sotto dell’OR Alpine Bivy e appena inferiore al SOL Escape Bivvy.
  5. Trasportabilità –> il Millaris si richiude facilmente dentro la sua sacca fino ad occupare un volume davvero ridotto, ben inferiore a quello di un bottiglia da 500 ml. Le dimensioni sono comparabili con i SOL Escape, mentre come anche per il peso l’OR Alpine Bivy fa testo a parte.
    Il Millaris Bivy Sack nella sua sacca di trasporto accanto ad una bottiglietta da 500 ml

     

  6. Protezione –> il Millaris impedisce a materassino e sacco a pelo di sporcarsi a contatto con il terreno ed è in grado di proteggere da moderate condizioni meteo avverse. Viene prodotto in due versioni: parte superiore solo mesh o parte superiore con finestra in mesh. In entrambi i casi il sistema conferisce una totale protezione dagli insetti. I SOL Escape non prevedono alcuna protezione dagli insetti e risultano completamente aperti in corrispondenza della testa (come un sacco a pelo). L’OR Alpine Bivy conferisce una protezione imbattibile sotto tutti i punti di vista, ma il sistema per utilizzare la sola zanzariera in mesh come protezione dell’entrata risulta macchinoso e poco stabile.
    Un tarp è il complemento ideale per il Millaris, permettendo all’utente di proteggersi da precipitazioni anche violente.

     

  7. Traspirabilità –> un punto importante e su cui avevo delle perplessità appena ho avuto in mano il Millaris. L’ho testato in condizioni di freddo intenso ed alta umidità: incredibilmente non ho notato la minima formazione di condensa nella superficie interna del sacco! La possibilità di sollevare il sacco da bivacco dal sacco a pelo sia a livello dei piedi che del busto aumenta notevolmente il ricircolo d’aria, riducendo ulteriormente il rischio di formazione di condensa. Dal punto di vista della traspirabilità si comporta alla pari (forse addirittura meglio?) dei SOL Escape, e nettamente meglio rispetto all’OR Alpine Bivy.
  8. Prezzo –> con un costo di circa 200 euro il Millaris Bivy Sack risulta decisamente più dispendioso rispetto ai SOL Escape (circa 60 euro), ma più economico rispetto all’OR Alpine Bivy (più di 300 euro).

Tabella di comparazione

As Tucas Millaris SOL Escape Bivvy OR Alpine Bivy
Peso 8 8 3
Impermeabilità 6 5 9
Comodità 8 6 7
Isolamento termico 6 9 7
Trasportabilità 9 9 3
Protezione 7 5 9
Traspirabilità 7 7 5
Prezzo 5 8 4
Media 7 7 6

 

Considerazioni personali

il Millaris Bivy Sack è stato chiaramente ideato pensando al thru-hiker che necessita di un complemento al tarp per proteggersi dagli insetti e proteggere il proprio sacco a pelo da umidità e sporco, eccellendo nettamente rispetto alla concorrenza.
Ripensando ai miei thru-hike in Scozia e in particolare in Lapponia, il Millaris sarebbe sicuramente tornato utilissimo, permettendomi tra le altre cose di riposare senza il fastidio di zanzare e midges.
Chi invece cercasse un sacco da bivacco da utilizzare nell’approccio modulare solo per aumentare la temperatura percepita del proprio sacco a pelo gli converrebbe restare sul SOL Escape LITE Bivy. Allo stesso modo chi fosse alla ricerca di un sistema leggero ma solido per bivaccare durante ascensioni alpinistiche di pochi giorni dovrebbe orientarsi sull’OR Alpine Bivy.

Il Millaris Bivy Sack è sicuramente un prodotto di qualità, perfetto per il thru-hiker intermedio/esperto o l’escursionista-campeggiatore che si sia fatto conquistare dal tarp.

Per intenderci, se utilizzate una tenda, magari doppio telo, l’uso di questo sacco da bivacco risulterà superfluo.
A mio avviso il Millaris Bivy Sack potrebbe diventare un prodotto davvero eccezionale se fossero migliorate le caratteristiche di isolamento termico e di schermatura del vento.
Posso inoltre suggerire ad As Tucas di presentarlo al pubblico ad un prezzo maggiormente concorrenziale: l’unico prodotto in commercio (a mia conoscenza) che presenta caratteristiche simili (ma sembra sprovvisto di loop per sollevare la mesh dal viso) al Millaris è il Terra Nova Moonlite Bag Cover, che può essere acquistato per poco meno di 160 euro.

The Walking Robin è ambassador di As Tucas, ma viene garantita l’assoluta imparzialità di giudizio e quindi di questa recensione. Come thru-hiker ed esploratore non posso non appoggiare una giovane azienda europea che punta sulla qualità ed efficienza dei propri prodotti dedicati al mondo del thru-hiking e dell’escursionismo. Per i lettori e follower di The Walking Robin As Tucas regala uno sconto del 10% su tutti i prodotti inserendo il codice TWROBIN-10