La tenda MiniLite di High Peak è una delle pochissime tende in commercio ad unire la caratteristica di un peso ultraleggero ad un costo estremamente basso. Se molti prodotti cinesi si possono comprare a cifre attorno ai 100 €, la MiniLite viene venduta ad un prezzo compreso tra i 25 e i 40 € (prezzi in leggero rialzo ultimamente)!
La domanda che sorge spontanea è: ma ad un simile prezzo è possibile avere una tenda valida? Non posso parlare per massimi sistemi ma per quanto riguarda la MiniLite di High Peak posso rispondere con sicurezza SNI!
Come vi illustrerò di seguito, questa tenda ha molti difetti ma, con opportuni accorgimenti, è possibile utilizzarla in diverse occasioni, dandoci pure qualche soddisfazione.

tenda-high-peak-minilite

Video-recensione

Guarda la recensione video!
Potrai vedere con i tuoi occhi i pro e i contro di questa tenda ultra-economica!

Preferisci la recensione scritta? Continua a leggere!


Struttura e caratteristiche

La MiniLite di High Peak ha una struttura a canadese, leggermente modificata. Sono presenti infatti due sostegni verticali, ma di altezze differenti. La ridgeline che unisce i due punti in cui sono inseriti i sostegni risulta quindi inclinata. Anche la base, anziché essere un rettangolo, ha forma trapezoidale. Entrambe queste modifiche rendono la tenda più leggera e un poco più performante in caso di vento rispetto ad una classica canadese.
La paleria è costituita da due pali di 90 e 60 cm di lunghezza (ripiegabili a sezioni di 30 cm). Per ogni palo è previsto un sostegno di plastica che dovrebbe servire ad aumentare la stabilità e ad evitare che il palo possa danneggiare il tessuto della tenda.
Il palo più lungo sostiene il vertice anteriore della tenda, e si colloca esattamente in mezzo all’apertura, risultando particolarmente scomodo. Può essere collocato all’interno della camera, facilitando l’apertura delle zip dell’ingresso, o esternamente, riducendo il rischio di prenderci dentro accedendo alla camera interna. Sostituendo il palo con un bastoncino da trekking è possibile agevolare l’ingresso mettendo il bastoncino inclinato anziché verticale.

Per il setup sono necessari 6 picchetti: uno per ognuno dei 4 vertici della pianta e due per i tiranti indispensabili a mantenere eretta la paleria e a dare tensione alla ridgeline superiore. Il setup è davvero veloce ma la tensione che si riesce a fornire alla ridgeline lascia un poco a desiderare.

La tenda è costituita di poliestere 190T, un materiale più pesante ed economico del nylon, ma che ha la caratteristica interessante di assorbire molta meno acqua, evitando così di allungarsi in presenza di elevata umidità.

 

Idrorepellenza

La MiniLite viene venduta con un’idrorepellenza dichiarata di 1500 mm HH e cuciture nastrate. Il modello da me testato (forse una versione più vecchia) non presenta le cuciture nastrate e ho dovuto provvedere all’impermeabilizzazione di tutte le cuciture essenziali. 1500 mm di colonna d’acqua verticale sono pochi per una tenda (ma ci sono tende più blasonate che hanno valore di 1200 mm!), ma sono sufficienti per resistere ad un temporale estivo, magari non troppo violento. È possibile trattare i teli della tenda con uno spray impermeabilizzante per aumentarne l’idrorepellenza, ma questa soluzione ha normalmente breve durate e necessita di essere ripetuta dopo pochi utilizzi.

 

Condensa

Essendo una monotelo e presentando solo due aperture alle estremità, la MiniLite è particolarmente soggetta alla formazione di condensa. Il mio consiglio è di tenere il più possibile aperta l’entrata, lasciando solo lo strato di zanzariera, in modo da consentire un’adeguata ventilazione. La presenza di un abbozzo di vestibolo consente di tenere la porta aperta almeno della metà anche in presenza di pioggia.
Nel 50% dei miei test ho potuto constatare la formazione di condensa, solitamente lieve, in un paio di casi talmente consistente da creare piccole pozze nel catino!

Peso

La tenda viene venduta ad un peso di poco superiore a 1 kg. In realtà la tenda da sola pesa 540 grammi, il resto è rappresentato dalla paleria in vetro-resina, dai picchetti e dalla sacca di trasporto. Tutti questi tre elementi a mio avviso andrebbero sostituiti: si può eliminare la paleria sostituendola con i bastoncini da trekking, si possono sostituire i picchetti in dotazione (davvero tremendi) con altri più performanti in alluminio o in titanio, e si può cambiare la sacca (piuttosto rigida e dotata di zip) con una semplice sacca con chiusura a strozzo. Adottando simili accorgimenti potrete viaggiare con una tenda che pesa solo 600 grammi!

Volume e dimensioni

Nel suo involucro originario la MiniLite si presenta decisamente compatta: un cilindro di circa 33 cm di lunghezza e 10 cm di diametro.
Una volta montata la tenda mostra una pianta trapezoidale, con i lati lunghi inclinati che misurano 200 cm, la base minore (corrispondente alla parte posteriore della tenda) di 100 cm e la base maggiore (corrispondente all’entrata) di 120 cm.
L’altezza varia dai 60 cm della parte posteriore ai 90 cm dell’entrata. L’altezza media utile per l’utilizzatore è quindi di circa 75 cm.
Sebbene venga venduta come riparo fino a 2 persone, salvo casi di emergenza è una tenda adatta all’uso del singolo escursionista. La ridotta lunghezza della camera interna la rende adatta a persone di altezza non superiore ai 180 cm e la limitata altezza renderà estremamente scomodo rimanere seduti all’interno se si è più alti di 170 cm. In definitiva la MiniLite si avvicina come concetto alle Bivy-Tent, risultando però più ampia della media.

Giudizio complessivo

La MiniLite di High Peak è una tenda senza pretese, e come tale deve essere considerata. Il prezzo estremamente basso è giustificato da accessori e materiali piuttosto scadenti. Le dimensioni molto contenute della camera interna e la presenza del palo di sostegno in mezzo all’entrata rendono la tenda scomoda da utilizzare. La limitata aerazione e l’assenza di un vero vestibolo rende difficile pensare di poter utilizzare questa tenda in trekking di più giorni.
I vantaggi di questa tenda stanno tutti nel peso e nel prezzo: con le opportune modifiche si avrà una tenda con un peso di 600 grammi ad un prezzo inferiore ai 50€. È una tenda che può essere usata senza grossi pentimenti per singole notti quando le condizioni atmosferiche sono buone o discrete. Non mi sento di consigliarla per nessun altro impiego, ma sento anche il dovere di informarvi che c’è chi l’ha utilizzata per impegnativi thru-hikes: come sempre l’esperienza consente di sopperire ai limiti del proprio equipaggiamento!